I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Castel Giovo - Jaufenburg

San Leonardo in Passiria Aggiungi alla lista dei preferiti
ritorna

Castel Giovo - Jaufenburg

San Leonardo in Passiria

Per ulteriori informazioni sulla privacy su sentres cliccare qui

Grazie per la richiesta

Ci sono ulteriori alloggi nelle vicinanze che potrebbero interessarti. Desideri inviare comodamente con un clic una richiesta non impegnativa agli alloggi elencati in seguito?

No grazie
  • La residenza Gaudententurm a Parcines
    Castelli

    Residenza Gaudententurm a Parcines

    Parcines
  • Il Castel Mayenburg venne menzionato per la prima volta nel 1241.
    Castelli

    Rovina Mayenburg

    Lana
  • Castelli

    Castel Thurnstein - Burg Thurnstein

    Tirolo
  • Castelli

    Castel Sant'Erasmo Wehrburg

    Tesimo
  • Il Castel di Nova con i giardini famosi. 
    Castelli

    Schloss Trauttmansdorff - Castel di Nova

    Merano
  • Il Castello di Scena sopra la valle d' Adige. 
    Castelli

    Castel di Scena - Schloss Schenna

    Scena
No grazie

Informationen zu Castel Giovo - Jaufenburg

Dal <span class=“caps”>XIII. fino al XVI. secolo, Merano è stata un luogo di mercato molto considerato. Numerosi commercianti circolavano e trafficavano tra la Val Passiria e il Brennerweg. Fu in questo periodo che venne costruito il borgo di Castel Giovo (Jaufenburg), allo scopo di difendere le rotte commerciali. Su una collina al di sopra di San Leonardo in Passiria, visibile a occhio nudo già da lontano, si erge l’alta torre di quello che una volta fu un magnifico castello a cinque piani. Il borgo venne costruito nel XIII. secolo dai Signori di Passiria, e utilizzato come sede per le sedute di giustizia dai ministeriali, che amministravano la giustizia per conto di questi ultimi. In seguito, i Fuchs di Montevolpe, vassalli del conte di Appiano, acquisirono il castello. Lusso sfrenato, feste pressochè interminabili e sperpero, portarono i Fuchs in un’inesorabile rovina, che culminò nel 1788. Oggi, la torre principale del castello è stata restaurata ed è visitabile. Qui, sono ancora visibili lo stemma dei Signori di Passiria, l’emblema sbiadito dei Fuchs e alcuni affreschi. Nell’ingresso principale vi resistono murate, tre palle di cannone francesi del 1809.

L'imponente torre de castello e gli ultimi resti del muro di quello che fu il punto d'incontro della società cortese, ricordano il periodo di lusso del Duecento

Alloggi consigliati

Dove dormire

Shopping

Cultura

Escursionismo

Bici

Alpinismo

Città

Inverno

Alla Homepage