I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Castel di Tùres - Burg Taufers

Campo Tures Aggiungi alla lista dei preferiti
ritorna

Castel di Tùres - Burg Taufers

Campo Tures

Per ulteriori informazioni sulla privacy su sentres cliccare qui

Grazie per la richiesta

Ci sono ulteriori alloggi nelle vicinanze che potrebbero interessarti. Desideri inviare comodamente con un clic una richiesta non impegnativa agli alloggi elencati in seguito?

No grazie
  • Il Castello di Chela.
    Castelli

    Castello di Chela

    Gais
  • Vista sulla parte nord est del castello Neuhaus.
    Castelli

    Castello Neuhaus

    Gais
  • L'entrata alla rovina di Neurasen.
    Castelli

    La rovina di Neurasen

    Rasun Anterselva
  • Castelli

    Tenuta - Ansitz Heufler

    Rasun Anterselva
  • Il castello di Brunico sopra la cittá. 
    Castelli

    Il Castello di Brunico - Burg Bruneck

    Brunico
  • Castelli

    Castello di Casteldarne

    Chienes
No grazie

Informationen zu Castel di Tùres - Burg Taufers

Dalla sua altura, Castel Tures tiene d’occhio l’ingresso della Valle Aurina. Le alte montagne sullo sfondo, rendono il complesso ancora più imponente. Venne menzionato per la prima volta nel 1225. Ciò che è sicuro è che nel 1315 i proprietari del castello erano gli Edelfreie di Tùres. Quando la famiglia si estinse nel 1340, il castello cambiò frequentemente proprietari. Durante il XV.secolo fu ricostruito dai duchi d’Austria, i signori di Fieger e dai baroni di Selva e Rodengo. Sorsero un muro perimetrale, uffici e soggiorni per giudici e custodi, e un portone con torri di vedetta e ponte levatoio. Tuttavia, nel corso degli anni, un poco alla volta, il castello cadde in rovina. La costruzione venne restaurata per la prima volta nel XX.secolo da Ludwig Lobmayr. Anche Hieronimus Gassner si operò per una ricostruzione, nel 1945. Oggi il borgo è costituito da una base romanica e da aggiunte in stile gotico. Nel 1977 Castel Tùres è stato acquistato dall’Istituto dei Castlli (Burginstitut) dell’Alto Adige. A causa del fatto che il castello non fu mai sottoposto ad assalti nè subì alcuna distruzione, la preziosa mobilia è rimasta pressochè indenne. Il castello dispone oggi di 64 camere ben arredate, alcune delle quali rivestite. Opere d’arte romanica e gotica, affreschi di Pacher sulle pareti della cappella, la sala d’armi e l’armeria, nuovi dipinti della pittrice Lydia Roppolt, impressionano gli amanti della cultura e dell’arte. Il regista Roman Polansky utilizzò probabilmente il borgo come location per il suo film cult “La danza dei vampiri”. Alcune stanze, i corridoi stretti, e le fortificazioni ricordano in ogni caso moltissimo lo sfondo di alcune scene del film. Anche “Il violino rosso”, “I martiri della fede” e “Jacob Hutter e gli Hutterer” vennero girati nel Castello di Tùres.

Castel Tures si presenta come una struttura potente ed estesa. Vanta inoltre splendidi interni e pregiate opere d'arte

Alloggi consigliati

Dove dormire

Mangiare & Bere

Shopping

Natura

Cultura

Altrui

Escursionismo

Alpinismo

Alla Homepage