I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Bolzano e dintorni

Stancarsi in città, riposare nel paese

Lo stile italiano e la vita di città in nessun altro luogo dell'Alto Adige sono così presenti che a Bolzano. Chi vuole riprendere fiato dal trambusto della città, trova tranquillità in un paese nelle vicinanze.

Bolzano, la "Città d’incontri", dove si unisce splendidamente lo stile di vita alpino con quello mediterraneo. La famosa piazza Walther e la colorata piazza Erbe sono situati centralmente. Nei portici di Bolzano si gironzola sotto archi gotici. Highlights come il museo archeologico e il Museion, museo di arte contemporanea, sono un must per gli amanti della cultura. Galerie d'arte e cinema aspettano il visitatore. Di sera si riempiono i locali, tra l'altro si incontrano studenti dell'Università di Bolzano. Il dopolavoro bolzanino sa di Veneziano e vino rosso.

Le passeggiate di Bolzano
Al storico ponte Talvera inizia una delle passeggiate più belle delle numerose passeggiate di Bolzano. La Passeggiata Lungo Talvera conduce attraverso maestosi querce e tigli lungo il fiume sui versanti di Bolzano e Gries verso nord. Nel storico quartiere di Gries ha inizio la Passeggiata del Guncina, Gries tempo fa era un luogo di cura amato dagli aristocratici e nobili. Per loro venne creata la passeggiata, tutt'oggi l'escursionista si svaga. Ad est di Bolzano la Passeggiata di Sant'Osvaldo, denominata secondo il menestrello Oswald von Wolkenstein, collega i quartieri San Antonio e Santa Maddalena. Il sentiero conduce attraverso i vigneti del Monte Tondo, soprattutto d'autunno, quando le foglia si tingono di tutti i colori, il paesaggio diviene spettacolare. Alle porte della Val Sarentino si raggiunge Castel Roncolo, il "Maniero Illustrato" dell'Alto Adige. Qui si può ammirare il più esteso ciclo di affreschi d'Europa, raffiguranti aspetti della vita e della cultura cortese. Anche a sud-est della città si può raggiungere a piedi un castello medievale. Il pittoresco Castel Flavon domina il rione di Aslago, dal quale si ha un'ampia vista sulla città.

Con la funivia verso l'alto
I dintorni di Bolzano possono essere esplorati non solo passeggiando o pedalando, diverse funivie conducono l'amante della natura in pochi minuti verso le cime e la natura intatta. La funivia del Colle è il primo impianto a fune al mondo per trasporto di persone. Ormai ammodernata con la funivia si raggiunge il pittoresco borgo Colle di Villa a 1.250 m, d'estate molti escursionisti si godono l'aria fresca di montagna. Per San Genesio conduce un'altra funivia, la stazione a valle si trova a nord della città. Arrivati in cima si ha in vista lo spettacolo naturale del "Enrosadira", il rosseggiare del Catinaccio di sera. Molto popolare è anche la funivia del Renon, recentemente completamente revisionata è un modello esemplare di tecnologia ed estetica. Ogni 4 minuti le cabine comode e  spaziose portano verso l'altopiano soleggiato del Renon. Qui si trovano villaggi incantevoli e fenomeni naturali rari come le piramidi di terra. Sciliar e l'Alpe di Siusi vegliano sull'altopiano. In tutte le funivie si può trasportare senza alcun problema anche la bici, i numerosi sentieri in mezzo ai boschi sono ideali per il ciclismo e l'escursionismo.

Paesi nelle vicinanze
Gli affascinanti paesi nei dintorni di Bolzano sono facilmente raggiungibili in macchina, il servizio pubblico è un ottima alternativa, per gli appassionati di sport consigliamo le numerose piste ciclabili. 
A ovest di Bolzano si trovano le località Andriano e Terlano, noti per gli ottimi vini e altrettanto per gli asparagi. Andriano sita su un colle in mezzo ai meleti e vigneti, è un posto ideale per stare in tranquillità. Sopra l'abitato di Terlano domina, su uno sperone roccioso, la rovina del Castel Neuhaus, chiamato anche rocca di Maultasch, che si può raggiungere in una comoda passeggiata di mezz'ora. A sud di Bolzano si trova Laives, si tratta della città più "giovane" dell'Alto Adige. Nel nucleo della città l'antico incontra il nuovo, la torre della vecchia chiesa parrocchiale del 13° secolo sta vicino al nuovo edificio sacrale costruito nel 2004. Al Regglberg, chiamato anche Monte Regolo, sotto il quale si trova Laives, ci sono da scoprire numerosi sentieri escursionistici emozionanti.

Alla Homepage