I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Rifugio Sette Selle e Miniera Grua Va Hardombl

Alta Valsugana
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Rifugio Sette Selle e Miniera Grua Va Hardombl

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:00 h
  • Distanza
    5.9km
  • Dislivello
    460 m
  • Dislivello
    460 m
  • Altitudine Max
    1968 m
Meta odierna della nostra gita in compagnia di amici è il Rifugio Sette Selle (2014 m) posto nella selvaggia Val dei Mocheni, detta anche Valle del Fersina.

Itinerario

Questa valle, attraversata dall’omonimo torrente e poco distante dal paese di Pergine Valsugana, è situata ai piedi della catena del Lagorai. Punto di partenza è il parcheggio della località Frotten (a pagamento: 6 euro il giornaliero e 4 euro il solo pomeridiano) dove lasciamo l’automobile. Imbocchiamo il sentiero a sinistra n. 343, che si inoltra ripidamente in mezzo al bosco di larici e abeti rossi. In poco tempo raggiungiamo i Baiti del Laner (1757 m) e la Croce del Laner dove facciamo una piccola sosta-merenda per godere della splendida vista e per riprendere fiato dopo la fatica fatta. La salita d’ora in poi si farà più dolce e finalmente, dopo circa 1 ora e 30 di cammino, intravediamo il Rifugio Sette Selle posto appena fuori dal bosco. I gestori, molto gentili e disponibili, ci lasciano consumare il nostro pranzo al sacco nei tavoli antistanti al rifugio e ci consigliano di proseguire deviando lungo il sentiero 343B in direzione miniera Grua Va Hardombl. Scendiamo dal rifugio lungo il sentiero percorso all’andata fino a quando troviamo alla nostra sinistra una deviazione (sentiero 343B) che in circa 40 minuti di piacevole camminata ci condurrà all’entrata della miniera.

Questa miniera, ora in disuso e messa recentemente in sicurezza, si è trasformata in un vero e proprio museo sotterraneo. Al suo interno possiamo trovare attrezzi, strumenti di lavoro, minerali ed altri oggetti utilizzati per le varie tecniche estrattive. Grazie alle spiegazioni della guida che ci precede nella visita abbiamo compreso quanto l’attività mineraria per questa montagne fosse importante fin dal XVI secolo quando i canopi, operai di origini tedesche nominati dal principe vescovo, estraevano pirite, calcopirite, galena e oro, il cui ricavato andava equamente diviso tra i vescovi di Trento e i Conti di Tirolo. L’utilizzo obbligatorio di caschetto e giacca impermeabile (all’interno infiltrazioni d’acqua e 8°C costanti), rendono ancor più avventurosa la nostra visita. Prima di effettuare una visita presso la miniera Grua Va Hardombl consigliamo di accertarsi sugli orari di apertura, sui prezzi ed altre eventuali informazioni (Tel. 0461.550053). Una volta usciti dalla miniera riprendiamo il sentiero (comoda mulattiera) per giungere, in altri 30 minuti, al parcheggio di Frotten.

Inizio dell'itinerario

Parcheggio loc. Frotten (1540 m)

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio loc. Frotten (1540 m)

Parcheggio

Parcheggio loc. Frotten (1540 m)

Trasporto pubblico

Arrivo

Da Pergine Valsugana percorrere la SP8 della Valle dei Mòcheni fino a Palù del Fersina/Palai poi svoltare per la località Frotten

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Bambini si parte... zaino in spalla! 40 itinerari per famiglie in Trentino-Alto Adige.

Tab per le foto e le valutazioni