I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Nel Brenta con i "bidoni" al Croz dell'Altissimo

Rotaliana
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Nel Brenta con i "bidoni" al Croz dell'Altissimo

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:15 h
  • Distanza
    7.2km
  • Dislivello
    340 m
  • Dislivello
    340 m
  • Altitudine Max
    1435 m
È una gita che permette di raggiungere il cuore del Brenta in maniera relativamente semplice. Offre ottimi scorci di paesaggio sul lago di Molveno e l’uso della bidonvia aggiunge un pizzico di brivido in più. È una gita modulare, adatta per famiglie con bambini di età anche molto diversa tra loro: i piccolissimi possono fermarsi all’arrivo della bidonvia, dove ci sono giochi e prati; i più grandicelli, dai cinque anni in su possono raggiungere il rifugio e tornare indietro; i più allenati possono rientrare fino a Molveno a piedi.

Itinerario

Si parte da Molveno con la cabinovia Pradel (circa 20 euro andata e ritorno per due adulti e due bambini, prezzi estate 2004) e in circa 20 minuti si arriva alla stazione a monte, dove a 1.346 m c’è il Rifugio del Brenta e poco sopra (1.367 m) c’è il Rifugio Pradel. È un luogo ameno, con prati e alberi e, in stagione, tanti lamponi. Da lì parte anche la seggiovia (che comunque porta in un’altra direzione, al Rifugio Montanara ed è singola, quindi vivamente sconsigliata ai piccoli) e un poco più avanti, il sentiero n° 340 che in un’ora e 15 minuti, sempre restando sostanzialmente in quota (c’è un breve tratto in discesa ma poi si risale) porta al rifugio (1.430 m, privato) ai piedi dell’imponente parete del Croz dell’Altissimo, la cui cima svetta a 2.339 m. Il sentiero ha dei tratti un po’ esposti, con cenge e gallerie nella roccia, ma gli scorci sono superbi e può essere fatto in tutta tranquillità, basta non perdere mai di vista i bambini: per maggior sicurezza si può sempre usare imbrago e cordino. Il rifugio è aperto dal 1° giugno al 30 settembre e nei fine settimana di maggio e ottobre. Il rientro, in questo caso, è per la stessa strada. Dal rifugio si può anche tornare a Molveno a piedi, lungo la forestale n° 319 della Valle delle Seghe, fino al Bar Ciclamino, per poi continuare a scendere ancora per via Dolomiti e arrivare in centro a Molveno, oppure ripercorrere buona parte del tratto di andata tra il Rifugio Croz dell’Altissimo e l’altopiano del Pradel ma, poco prima del bivio che porta all’arrivo della bidonvia, si resta sul sentiero che arriva in valle. In questo caso si ritorna esattamente alla stazione di partenza della bidonvia, a Molveno, con una camminata di circa due ore. Attenzione: in estate la zona di Molveno è molto turisticizzata, quindi è una buona idea arrivare un po’ presto in paese per trovare parcheggio. È questo un modo molto facile per compiere una gita d’alta montagna. La vicinanza del lago (traffico permettendo) permette di completare la gita con una passeggiata rilassante o un tuffo nella piscina esterna. Una curiosità: è possibile caricare i rampichini sui bidoni e poi scendere lungo il sentiero. Naturalmente è un percorso piuttosto impegnativo e adatto a ragazzini che sanno andare molto bene in bicicletta, e che siano muniti di casco.

Inizio dell'itinerario

Stazione a valle bidonvia Pradel

Arrivo dell'itinerario

Rifugio Croz dell’Altissimo

Parcheggio

Trasporto pubblico

Arrivo

Molveno

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Trekking con i bambini. 28 itinerari per i più piccoli tra le montagne del Trentino

Tab per le foto e le valutazioni