I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Monte di Mezzocorona (Burrone Giovanelli)

Rotaliana
difficile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Monte di Mezzocorona (Burrone Giovanelli)

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    6:00 h
  • Distanza
    6.3km
  • Dislivello
    670 m
  • Dislivello
    700 m
  • Altitudine Max
    941 m
La salita al Monte di Mezzocorona per il Burrone Giovannelli è una piccola scalata. Sì, perché questo vallone lo si percorre salendo al Monte tanto caro agli abitanti di Mezzocorona per una via ferrata che va affrontata con spirito di avventura, prudenza e la giusta attrezzatura. Questa gita, nella quale prevale il salire in verticale, è consigliata a bambini che non soffrano di vertigini, siano rispettosi delle indicazioni degli adulti e che abbiano una buona familiarità con la montagna. La valutazione sull’età alla quale proporre questa “scalata” dipende da questi fattori ed è lasciata al giudizio di chi accompagna i ragazzi. È meglio attendere un anno o due, piuttosto che vivere un’esperienza che potrebbe spaventare i ragazzini.

Itinerario

Ci si riscalda i muscoli partendo dalla stazione di valle della funivia che
sale al Monte di Mezzocorona, che si trova nel cuore del paese seguendo
la strada che esce dal paese in direzione Nord-Ovest. Usciti dall’abitato
cammineremo per circa 1.5 km tra i celebri campi coltivati a vite della
Piana Rotaliana. Attraversiamo questo giardino vitato pensando all’importanza
del vino, ed in particolare del Teroldego, su cui gli abitanti raccontano
una leggenda che parla di un drago ferito a morte da un prode
cavaliere: il suo sangue sarebbe diventato proprio il vino Teroldego.
Seguendo le indicazioni si giunge ad un parcheggio, (se si vuole si può
giungere sin qui in automobile) e si inizia a salire verso la parete. Siamo
a quota 220 m ed avremo camminato circa 1 ora. A questo punto sarà
bene indossare l’imbragatura con i moschettoni di sicurezza da agganciare
ai cordini metallici e il casco. Attenzione: l’aggancio e lo sgancio dei
cordini deve essere fatto da un adulto il quale, se vuole, potrà assicurare
il ragazzo anche al suo imbrago. È essenziale ricordare l’uso del doppio
aggancio: uno dei due moschettoni deve essere sempre chiuso per garantire
la sicurezza della salita. Si imbocca quindi il sentiero segnavia n° 505.
Dopo pochi metri la salita si fa impegnativa ed il sentiero sale a zig-zag. In
breve, 15 min. siamo ai primi tratti di cordino. Qui inizia il divertimento:
si sale aiutandosi con le mani perché la via è verticale, o quasi. Dopo
alcuni passaggi si entra nel suggestivo e bel Burrone dove scorre l’acqua
di un torrente. Giunti nel cuore del Burrone si vedono due grandi scale,
salendo le quali si supera il dislivello delle spettacolari cascate. Anche sulle scale sarà cura degli adulti garantire vicinanza e sicurezza ai ragazzi.
Al termine delle scale (attenzione, sono passaggi sempre assai delicati)
si prosegue su alcuni tratti attrezzati, per giungere su una parte finale
pianeggiante dove si incontra una baita, il notissimo Bait dei Manzi alla
quota di 876 m. Quest’ultimo tratto richiede circa 2 ore, per un totale
di 3 ore e 15 min, ma attenzione gustatevelo ed impiegate se necessario
anche più tempo. Dal Bait per giungere al Monte vero e proprio, dove vi
è l’abitato con numerose case, si segue la mulattiera e ci si impiega circa
45 min. Per la discesa suggeriamo: se si è stanchi di usare la funivia, se si
hanno ancora le forze, per il segnavia n° 504, già descritto in salita in altro
itinerario di questo libro: in tal caso ci vorranno circa 2 ore.

Inizio dell'itinerario

Mezzocorona

Arrivo dell'itinerario

Monte di Mezzocorona

Specificazione

Attrezzatura alpinistica: casco e imbragatura, moschettoni e dissipatore

Parcheggio

Trasporto pubblico

Arrivo

Mezzocorona

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Trekking con i bambini. 28 itinerari per i più piccoli tra le montagne del Trentino

Tab per le foto e le valutazioni