I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Malga Stramaiolo e Rifugio Tonini

Alta Valsugana
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Malga Stramaiolo e Rifugio Tonini

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:15 h
  • Distanza
    11.8km
  • Dislivello
    490 m
  • Dislivello
    490 m
  • Altitudine Max
    1886 m
Il bello di questa gita è che è modulare: la prima parte, da sopra Bedollo e fino alla Malga Stramaiolo è da poco tempo asfaltata: è perciò percorribile senza problemi con il passeggino, anche quello tradizionale. Dalla Malga al Rifugio, invece il sentiero è adatto a bambini dai 3 anni in su, mentre i più piccoli possono essere portati con lo zaino portabimbi. Si può inoltre percorrere solo il tratto dalla Malga Stramaiolo al Rifugio Tonini chiedendo il permesso di arrivare con l’automobile in quota, al comune di Bedollo (tel. 0461 – 556624). In questo caso però bisogna telefonare per tempo perché in primavera e in autunno,gli uffici del comune sono chiusi per il fine settimana.

Itinerario

Primo tratto Bedollo Malga Stramaiolo. Da Centrale di Bedollo si sale per la strada che porta al Passo Redebus. Dopo circa due chilometri, sulla sinistra, alla quota di 1400 m si diparte la strada forestale (chiusa al traffico, a meno che non ci si sia premuniti di permesso) che porta alla Malga. La salita procede senza intoppi con grandi zete nel bosco e si può percorrere senza problemi con qualsiasi modello di passeggino. Può essere quindi una gita per tutta la famiglia ed è molto adatta a bambini piccolissimi, che amano essere trasportati, e che comunque permette di stare qualche ora all’aria aperta all’interno di un bosco molto bello. Per i bambini un po’ più grandi, invece, fare a piedi questo tratto è sconsigliato: la facilità del percorso, paradossalmente, mette a dura prova lo spirito avventuriero dei piccoli poiché si tratta di una strada un po’ noiosa. Forse è meglio premunirsi di permesso e percorrere questo tratto in automobile, magari con l’intento di fare un po’ di moto e raggiungere poi il Rifugio Tonini a piedi. Da qualche tempo, inoltre, nonostante le proteste degli ambientalisti, anche questo tratto di strada, come tante altre in Trentino, è stato asfaltata: e non si capisce proprio la necessità di incentivare il traffico automobilistico nelle zone più belle delle montagne. Anche perché camminare sull’asfalto non fa bene. Si sale dunque, dolcemente, e dopo circa 1 ora e 25 min. si supera con un ponticello un torrente, il Rio di Regnana, e si incrocia il sentiero segnavia n° 443 che, in altri 20 min., porta alla Malga, accogliente anche se non molto spaziosa. E’ una gita “di allenamento”, per respirare un po’ d’aria buona, e che si può fare senza problemi, osservando il bosco che passa da rado a più fitto, il guado del torrente finale, gli animali che pascolano. Spesso in estate, nel parcheggio prima della Malga, ci sono dei simpatici cavallini che annusano gli zaini alla ricerca di cibo.

Secondo tratto – Dalla Malga Stramaiolo al Rifugio Tonini. La strada si fa sentiero (sempre n° 443) ed è molto divertente anche perché dopo un inizio un po’ sostenuto si arriva al Passo Campivel (1.831 m) e si prosegue praticamente in quota costeggiando le pendici del Monte Ruioch. Il bosco è vario, e il cammino agevole: si procede senza fatica e senza grossi “strappi” in salita, tra saliscendi davvero gradevoli. La possibilità di trovare fragoline di bosco e diversi fiori tipici della montagna rende la gita ancora più piacevole. Dopo circa 1 ora e 30 min. si arriva al rifugio Tonini, che è veramente simpatico ed in una posizione grandiosa. Il panorama è davvero notevole, con le cime: Palon, Altissimo, Paganella, Ambiez, Tosa, S. Matteo, Cevedale, Ortles, Similaun, Tribulaun, Penegal. Più si guarda e più si vedono nuove cime. Appena sopra il rifugio, dove si può mangiare, c’è un interessante pannello con la descrizione delle vette che si vedono e tutta la zona attorno è adatta per un pic nic: ci sono anche prati per giocare a palla e radure dove costruire capanne e fortini (solo con i rami secchi!). Poco sopra il rifugio si trova la vecchia Malga Sprugio restaurata dalla SAT e adibita alle attività giovanili. E’ anche interessante sapere che la via che porta al Tonini appartiene al sentiero europeo E5, variante alpina. Il rifugio Tonini può essere raggiunto anche da Brusago, ma in questo caso la strada d’accesso è troppo lunga e impegnativa per i bambini.

Inizio dell'itinerario

inizio strada forestale per Malga Stramaiolo

Arrivo dell'itinerario

Rifugio Tonini

Parcheggio

inizio strada forestale per Malga Stramaiolo

Trasporto pubblico

Arrivo

Pinè, Bedollo, Regnana sulla strada per il passo di Redebus

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Trekking con i bambini. 28 itinerari per i più piccoli tra le montagne del Trentino

Tab per le foto e le valutazioni