I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Lago di Erdemolo

Alta Valsugana
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Lago di Erdemolo

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:05 h
  • Distanza
    0.0km
  • Dislivello
    0 m
  • Dislivello
    0 m
  • Altitudine Max
    n.a.
È una classica delle gite con bambini ed ha tutte le qualità per piacere: ambiente vario, traversata di torrenti, arrivo in quota. In primavera ci può essere ancora la neve al lago, in autunno i colori sono mitici. Inoltre, questa gita percorre un tratto del sentiero europeo E5 (che collega il Lago di Costanza a Venezia) e permette di conoscere il luogo di nascita del torrente.

Itinerario

La salita al Lago di Erdemolo è davvero una gita divertente. Il laghetto di origine glaciale, con vicino l’omonimo rifugio, si trova in un ampio anfiteatro sovrastato dal Monte del Lago (2.295 m), ed è alimentato dallo sciogliersi delle nevi, che permangono spesso anche nella stagione estiva. Si lascia l’auto in località Frotten (parcheggio) poco dopo l’abitato di Palù del Fersina, alla testata della valle (1.530 m): meglio partire un po’ presto per evitare di trovare tutti i parcheggi occupati. Si segue il segnavia n° 325 ( sentiero europeo E5) lungo una comoda strada forestale per circa 2 km (possibilità di visita alla vecchia miniera Grua va Hardombl, descritta nell’itinerario seguente) fino a Maso Erdemolo. La salita costeggia un piccolo torrente: è il Fersina che, nato dal Lago di Erdemolo e dopo aver percorso la Valle dei Mocheni ed un tratto dell’Alta Valsugana, entra con il salto di Ponte Alto nella Valle dell’Adige per poi gettarsi nell’omonimo fiume.
Il sentiero attraversa quindi un bel bosco rado di larici, risalendo l’ultimo dislivello che porta al laghetto a quota 2.006 m: da Frotten al lago si è camminato per circa 1 ora e 50 min. L’ambiente è ampio, c’è la possibilità di sostare al rifugio in riva al lago e può capitare di giocare con la lingua di neve che arriva al lago stesso.
La gita può finire qui (e il rientro va effettuato per lo stesso itinerario d’andata, in 1 ora e 15 min.), ma se ci si sente in forma e si ha voglia di esplorare si può, con itinerario circolare, rientrare costeggiando le pendici del Monte Hoamonder: in questo caso ci si mette circa 2 ore di cammino. Si lascia dunque il lago per segnavia n° 324 in direzione Nord, si costeggiano alcune roccette ed il sentiero prosegue in quota entrando ed uscendo dalle vallette della montagna. Questo sentiero non è particolarmente frequentato e la zona è quindi ricca di vegetazione: attenzione a non perdere le indicazioni. Dopo circa 1 ora e 15 min. si arriva al bivio con il sentiero n° 323 che scende a sinistra e raggiunge, poco sotto il Maso Erdemolo, la mulattiera percorsa all’andata.

Inizio dell'itinerario

Palù frazione Frotten

Arrivo dell'itinerario

Laghetto di Erdemolo

Parcheggio

Palù frazione Frotten

Trasporto pubblico

Arrivo

Val dei Mocheni fino a Palù e poi alla località Frotten

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Trekking con i bambini. 28 itinerari per i più piccoli tra le montagne del Trentino

Tab per le foto e le valutazioni