I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Giro del Sass de Putia

Alta Badia - Val Badia
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Giro del Sass de Putia

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    5:00 h
  • Distanza
    13.1km
  • Dislivello
    490 m
  • Dislivello
    490 m
  • Altitudine Max
    2359 m
Che spettacolo!! La gita odierna al Sass de Putia non ha bisogno di tante altre parole.

Itinerario

Incuriositi dai commenti entusiasti di alcuni amici decidiamo di salire al Passo delle Erbe che collega la Val d’Isarco alla Val Badia per il giro attorno a questo massiccio dolomitico. Imboccata la strada provinciale che porta, pochi km dopo Chiusa, in Val di Funes ed arrivati al paese di S.Pietro, seguiamo le indicazioni svoltando a sinistra per il Passo delle Erbe (1987 m). La strada di circa 18 km dal bivio si presenta particolarmente tortuosa e stretta in alcuni punti; pertanto consigliamo di salire a velocità moderata. Lasciamo la macchina nel parcheggio poco prima del passo, dal quale possiamo godere, a sinistra dell’Hotel Utia de Borz ed a destra, dell’imponente Sass de Putia che si staglia in cielo fra pascoli erbosi. All’inizio del sentiero troviamo una strega appollaiata su di una staccionata che ci indica la strada e che ci ricorda che, secondo le leggende, queste montagne erano da loro abitante (a luglio si svolge attorno ad un grande fuoco il Ballo delle streghe). Su stradina facile in circa 20 min. raggiungiamo il “Munt de Fornela” (2067 m) circondato da ampi prati sui quali pascolano delle curiose mucche scozzesi. Qui il sentiero si divide offrendoci la possibilità di effettuare il giro del Sass de Putia in entrambe le direzioni (orario e antiorario). Noi decidiamo di svoltare a destra (sentiero n. 8 e senso antiorario) per intraprendere l’impegnativa e forse l’unica salita della giornata alla Forcella di Putia (2361 m) viste le forze ancora fresche. Questo canalone il cui dislivello è di circa 250 m si dimostra davvero impegnativo sia a causa del fondo ghiaioso, sia a causa della scarsa vegetazione (il sole già alto picchia forte), ma noi non disperiamo e pian pianino, tra una pausa e l’altra, arriviamo in cima.

Raccomandiamo cappellino, crema solare ed abbondanza di acqua (si ricorda di bere molto). Una sosta alla croce posta in cima alla salita ed una dedica scritta nell’apposito diario consentono (a noi “vecchietti”) di tirare il fiato, di mangiare qualcosa e riposare. Per i più esperti da qui parte un sentiero abbastanza impegnativo, con tratti di via ferrata, per giungere alla cima del Sass de Putia (2875 m), o il facile sentiero verso la Val di Funes, in direzione Rifugio Genova (2301 m). Ora il sentiero scende facile lungo prati, malghe e fienili. Il panorama è davvero mozzafiato: la Val Badia, la Val di Longiarù, le cime della catena Puez Odle e le altre cime dolomitiche sembrano volersi far accarezzare. Raggiungiamo malga Vaciara (2113 m) dove ci fermiamo per pranzare. Una volta riposati riprendiamo il cammino perché siamo circa a poco più di metà gita. Si sale dolcemente lungo il sentiero n. 35 fino a raggiungere la Forcella di Goma (2111 m ) vicino alla quale svetta un’aquila in legno. Ora il sentiero è tutto in discesa ed in poco tempo arriviamo, attraversando il bosco, alla malga “Ütia de Göma” (2050 m). Piccola sosta per merenda e via; attraversando la “città dei Sassi” (radici di abeti e massi precipitati dal massiccio) raggiungiamo la tanto desiderata malga Munt de la Fornela per il completamento del nostro giro. Sicuramente questa spettacolare escursione circolare si è dimostrata impegnativa soprattutto per la salita lungo la forcella e per la sua lunghezza (13 km), pertanto consigliamo di effettuarla con bambini allenati.

Inizio dell'itinerario

Comune di San Martino in Badia loc. Passo delle Erbe, parcheggio Passo Erbe (1987 m)

Arrivo dell'itinerario

parcheggio Passo Erbe (1987 m)

Parcheggio

parcheggio Passo Erbe (1987 m)

Trasporto pubblico

Arrivo

esistono varie strade per raggiungere questo passo ma noi consigliamo
questa: autostrada A22 fino all’uscita di Chiusa, imboccare la strada statale
per la Val di Funes e subito dopo l’abitato di San Pietro svoltare a sinistra in
direzione Passo delle Erbe.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Bambini si parte... zaino in spalla! 40 itinerari per famiglie in Trentino-Alto Adige.

Tab per le foto e le valutazioni

  • Dummy Avatar

    Lorenzo Magagnotti

    Foto di Lorenzo Magagnotti