I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Escursione dal Glieshof alle malghe di Mazia

Matsch Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Escursione dal Glieshof alle malghe di Mazia

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:30 h
  • Distanza
    8.2km
  • Dislivello
    380 m
  • Dislivello
    380 m
  • Altitudine Max
    2179 m
L’intera Val di Mazia è contraddistinta da ampie distese prative e malghe. Sopratttto nella parte più interna della vallata il paesaggio è allo stato quasi del tutto naturale, come ad esempio la torbiera bassa “Matscher-Alm-Weiher“.

Itinerario


L’escursione si sviluppa in gran parte lungo l’Alta Via della Val Venosta (Vinschger Höhenweg), dotata di una propria segna- letica. Dal Glieshof si prende la via N. 1 (Alta Via) verso destra e si procede al di sopra del maso risalendo la valle fino alla Malga di Mazia di Dentro. Alla malga si prende il sentiero a sinistra (N. 7), si attraversa il Rio Saldura e si prosegue fino alla Malga di Mazia. Da lì l’Alta Via si snoda verso l’imbocco della valle fino alle “Eisawiesen“ (prati). Si lascia l’Alta Via e si scende lungo il sentiero N. 8, tornando al punto di partenza.

Inizio dell'itinerario

Glieshof

Arrivo dell'itinerario

Glieshof

Specificazione

L’escursione porta attraverso un paesaggio plasmato dall’alpicoltura. Dalla Malga Mazia in poi sono soprattutto i boschi di pino cembro, innumerevoli ruscelli e la torbiera bassa “Matscher-Alm-Weiher“ a caratterizzare il paesaggio. A partire dalla metà di giugno in questa zona s’incontra una grande, vistosa ranuncolacea: l’Aconito Napello (viola). Grazie alla sua estrema adattabilità e alla sua predilezione per gli habitat umidi qui è assai diffuso. Si riconosce l’aconito dalle sue foglie, palmate e profondamente tagliate in cinque lobi principali, ognuno dei quali è profondamente diviso e dentellato e, nel periodo della fioritura, dall’infiorescenza a spiga, costituita da numerosi fiori viola scuro, ciascuno dei quali ha il petalo superiore foggiato ad elmo in modo molto caratteristico. Attenzione però: la bella pianta alpestre è velenosissima! Le sostanze tossiche in essa contenute però, se opportunamente diluite e preparate, possono sviluppare effetti terapeutici. In omeopatia l’aconito è un medicinale spesso usato soprattutto contro le malattie da raffreddamento.

Parcheggio

Parcheggio presso i masi Glieshöfen.

Trasporto pubblico

Arrivo

Percorrere la val Venosta fino a Mazia, li proseguire fino alla fine della val di Mazia (indicazione "Glieshöfe").

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Natura

Cultura

Alla Homepage