I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Da Passo Rolle al Cristo Pensante

Primiero
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Da Passo Rolle al Cristo Pensante

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:30 h
  • Distanza
    10.0km
  • Dislivello
    380 m
  • Dislivello
    380 m
  • Altitudine Max
    2299 m
Altra escursione imperdibile è quella al Cristo Pensante sul Monte Castellazzo, tra la Val di Fiemme ed il Primiero.

Itinerario

La vista spettacolare che si gode da questo rilievo isolato è davvero fantastica: l’incontaminata Val Venegia attraversata dal torrente Travignolo, le malghe disseminate lungo i prati di Passo Rolle e le cime scoscese delle Pale di San Martino sono solo alcuni scatti da immortalare con la vostra macchina fotografica. Lasciamo la macchina nel parcheggio vicino a Passo Rolle (1980 m) ed imbocchiamo il sentiero, in moderata salita, che ci conduce rapidamente, in circa 25 minuti, al Rifugio Capanna Cervino (2082 m). Il sentiero, che già di per sé offre degli scorci paesaggistici di notevole interesse, attraversa prati e pascoli fino a giungere, con altri 35 minuti di tragitto, all’incantevole Baita Segantini (2174 m) posta ai piedi del Cimon della Pala. Per chi fosse particolarmente pigro o scegliesse Baita Segantini quale punto di partenza per un altro eventuale trekking c’è la possibilità di raggiungerla anche con il Bus Navetta (info presso APT Val di Fiemme). ​Dopo una breve sosta per le classiche foto ricordo, decidiamo di proseguire lungo il sentiero R01 in direzione trekking Cristo Pensante.

La via che porta alla sommità del Monte Castellazzo (2333 m) è più stretta, più ripida e, in alcuni punti, leggermente esposta, pertanto abbiate sempre vicini e sott’occhio i vostri figli. L’ultimo tratto di salita è particolarmente impegnativo, ma i rododendri ancora in fiore ed il racconto di alcune divertenti storielle rallegrano la nostra gita alleviando la fatica. Arrivati in cima, dopo una camminata di un’ora e 15 minuti da Baita Segantini, possiamo ammirare da vicino una Grande Croce e la statua in marmo bianco del Cristo Pensante. L’opera dello scultore Paolo Lauton vuole essere un invito alla meditazione, un riappropriarsi del proprio tempo, abbandonando per un momento la frenesia del quotidiano e gustando l’incantevole scenario che la natura sa offrire. L’idea di questo trekking, venuta a Pino Dallasega e realizzata in collaborazione con l’APT Val di Fiemme, l’APT San Martino di Castrozza, Passo Rolle e Vanoi e l’Ente Parco Naturale di Paneveggio Pale di San Martino, vuole anche essere un invito, soprattutto ai giovani, di avvicinarsi alla montagna e alla fede per ritrovare la serenità e la pace interiore. Così anche noi, dopo esserci rigenerati nel corpo e nella mente e visto anche lo spazio limitato, decidiamo di scendere rapidamente lungo il ghiaione scosceso che in poco tempo ci riporta a Capanna Cervino dove consumiamo il meritato pranzo. La nostra gita sta per giungere al termine, ma la nostra famiglia non dimenticherà mai quelle immagini e quelle sensazioni magiche che la giornata odierna ci ha permesso di vivere.

Inizio dell'itinerario

parcheggio Passo Rolle (1980 m)

Arrivo dell'itinerario

Cristo Pensante Cima Monte Castellazzo (2333 m), parcheggio Passo Rolle (1980 m)

Parcheggio

parcheggio Passo Rolle (1980 m)

Trasporto pubblico

Arrivo

dall’Autostrada A22 del Brennero, uscita Egna-Ora percorrere la SS48 delle Dolomiti, direzione Predazzo; il passo è a 21 km dopo Predazzo.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Bambini si parte... zaino in spalla! 40 itinerari per famiglie in Trentino-Alto Adige.

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire