I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Corno bianco (trekking con bambini)

Bassa Atesina
facile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Corno bianco (trekking con bambini)

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    1:45 h
  • Distanza
    2.6km
  • Dislivello
    290 m
  • Dislivello
    290 m
  • Altitudine Max
    2282 m
Una gita in un ambiente dolomitico, di relativo impegno fisico ed assai piacevole. Quest’escursione vera e propria che sale sulla vetta del Corno Bianco, di rocce calcaree, può essere associata ad una gradevole passeggiata al Passo dagli Oclini. Il Corno Bianco fronteggia la cima “gemella” Corno Nero formata da rocce porfiriche, e se la prima è caratterizzata dalla sommità rocciosa quasi bianca, che emerge dalle sue verdi pendici, la seconda ha una struttura a piramide scura.

Itinerario

Si parte dal Passo degli Oclini, (1.990 m), dove è possibile fare merenda a base di specialità tirolesi. C’è anche un parco giochi ed è quindi possibile, se si è in compagnia, dividersi in modo che i piccolini stiano a giocare in mezzo alle mucche e i più avventurosi “scalino” la montagna. Dal Passo ci si incammina per il sentiero segnavia n° 582 che sale con discreta pendenza alla sinistra dell’impianto di risalita (ski-lift). Siamo sul versante meridionale della montagna. In breve giungeremo alla ampia fascia di mughi, che fa da corona a questo “corno”. Si gira verso sinistra alla base delle rocce della cima (2.317 m) che si raggiunge dopo aver superato un tratto di divertenti e facili sfasciumi. La camminata per la cima del Corno Bianco dura poco più di 1 ora. Nella zona molti chiamano questa montagna anche con il solo nome tedesco Weisshorn, mentre il Corno Nero è chiamato Schwarzhorn. La cima raggiunta con la camminata proposta offre, se la giornata è nitida, un punto di osservazione di grande interesse e bellezza. Ci si trova infatti in una posizione invidiabile dalla quale la vista spazia sulle Dolomiti, sul Latemar e sul Lagorai. Si raccomanda prudenza ed attenzione nel solo tratto finale, dove è meglio assicurare i ragazzini con un’imbragatura ed un cordino. Il ritorno è sullo stesso percorso e può essere compiuto in 45 min. Questa gita può essere fatta anche partendo da Redagno-Radein (accesso stradale dal bivio poco dopo Fontanefredde) attraverso comodi e bellissimi sentieri che si prendono appena prima dell’abitato: la strada forestale è percorribile con il passeggino, mentre il “Blauweg” è indicato per i bimbi che sanno già camminare. In questo caso, in circa un’ora si raggiunge la baita Gurndin Alm, a 1990 m dove si può sostare piacevolmente (vale la pena anche fare solo questo tratto di gita) e da cui gli avventurosi possono partire per la conquista della cima del Corno Bianco, raggiungibile in un’altra ora di cammino su sentiero buono ed esposto solo nel tratto finale.

Inizio dell'itinerario

Passo degli Oclini; oppure da Redagno

Arrivo dell'itinerario

Corno Bianco

Parcheggio

Trasporto pubblico

Arrivo

Da Cavalese si sale al Passo Lavazè, quindi a sinistra sino al Passo degli Oclini

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Trekking con i bambini. 28 itinerari per i più piccoli tra le montagne del Trentino

Tab per le foto e le valutazioni