I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Musei in Alto Adige

Inferno di ghiaccio. Stesure di neve pungente a vista d’occhio. Un vento gelido soffia ininterrottamente. Scarpe fatte di pelle di orso e piene di erba non riparano più dal freddo.

Il cacciatore si trascina con fatica, cammina con passo pesante e affaticato, si tocca una ferita alla spalla sinistra. Lento scorre il sangue tra le sue dita. Non ce la farà.

Ghiacciaio di Hauslabjoch, 19 settembre 1991 - migliaia di anni dopo il ghiaccio perenne rivela ciò che aveva a suo tempo inghiottito: una mummia si libera della sua tomba di ghiaccio. Quando due escursionisti scoprirono il cadavere, c’era anche il famoso scalatore Reinhold Messner. Fu un incontro tra due personalità che tempo dopo avrebbero svolto un ruolo fondamentale nel mondo dei musei dell’Alto Adige, ma allora nessuno dei due avrebbe potuto immaginarlo.

Ötzi, la mummia dei ghiacciai, è conservata oggi al museo archeologico dell’Alto Adige. L’antichissimo cadavere ha una posizione tesa; non si è ancora abituato agli sguardi di migliaia di visitatori.

Messner invece ha realizzato un progetto visionario: i 5 Musei Mountain Messner approfondiscono sotto vari aspetti l’incontro tra uomo e montagna.

Complessivamente in Alto Adige ci sono ben 80 musei, di cui 9 musei provinciali, che parlano di cultura e passato della regione. Insegnano, ricordano e intrattengono. Oltre a molti musei di paese che mostrano la vita contadina di un tempo, si trovano anche musei ed esposizioni su temi specifici. Il Touriseum si occupa della storia del turismo in Alto Adige, il museo delle donne a Merano descrive i diversi ruoli della donna nel corso dei secoli.

Il museo del vino a Caldaro e il muso dell’ortofrutticoltura a Lana presentano l’Alto Adige dal punto di vista dell’agricoltura.
Dal 2008 a Bolzano troneggia un cubo fatto di vetro e acciaio. Il Museion rappresenta già verso l’esterno ciò che ospita al suo interno: arte moderna e contemporanea.

I musei dell’Alto Adige si sono sviluppati negli ultimi decenni a tutti i livelli: tematicamente attraverso nuove strutture, nell’organizzazione invece attraverso la creazione dell’ente “Musei provinciali dell’Alto Adige” e architettonicamente con nuove costruzioni e risanamenti spettacolari.

Alla Homepage