I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Masi Osteria in Alto Adige

Pesanti tavoli e panche in legno in mezzo ad un prato verde. Sul muro del maso osteria si vede qualche lucertola godersi il sole. L’edera si arrampica piena di vita tra le imposte colorate della casa. Sui davanzali crescono rigogliosi i gerani, un vero e proprio simbolo per la trattoria tipica del Trentino Alto Adige.

Dopo le sue fatiche l’escursionista si ferma volentieri nel vecchio maso osteria. Dietro alla tipica porta bassa del maso lo aspetta una stube rivestita in legno, con travi scure che sanno di storia e nell’angolo una stufa in maiolica. Un’osteria veramente invitante, dove poter finalmente riposare.

La tradizione del “Buschenschank”, la vecchia trattoria o meglio il maso osteria, in Alto Adige risale addirittura al medioevo. I proprietari dei feudi permettevano ai contadini di trattenersi una parte del vino che producevano per servirlo ai viandanti. Nasce così l’osteria del maso, un tempo riconoscibile dai rami di ginepro appesi sopra la porta (in tedesco “Busch” significa infatti cespuglio, da qui il nome “Buschenschank”).

Oggi si distingue tra l’osteria del maso (“Buschenschank”)  e l’osteria o trattoria detta Hofschank. Il Hofschank è in genere distante dai vitigni e quindi non offre agli ospiti vini di produzione propria.

Però una cosa è sicuramente comune sia al maso osteria che alla trattoria: entrambi servono deliziosi piatti tipici dell’Alto Adige. Saporitissime minestre, canederli di tutti i tipi, gli Schlutzkrapfen (il raviolo tirolese) coperti di burro fuso, salumi, formaggi aromatici, dolci appena sfornati e succhi freschi – tutto fatto rigorosamente in casa.

Alla Homepage