I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Alta Valle Isarco - Wipptal

Dei Panorami e delle impressioni

Una regione montagnosa ricoperta da folti boschi sormontati da bianche nuvole. Il fresco verde di prati e pendii. Solo alcune delle sensazioni e dei panorami che accompagnano i viaggiatori nei loro viaggi tra nord e sud. Il resto è tutto da scoprire

Vipiteno è la prima città al confine con l'Austria e si presenta vestita di un elegante combinazione fra l’incanto medievale e il fascino moderno. Una strada costellata da variopinte facciate collega la Città Vecchia attraverso la piazza principale, al portone della Torre delle Dodici – o torre civica - alla Città Nuova. Le insegne delle locande adornano le facciate e i timpani, così come le torrette e le vetrate a golfo.

A partire da qui, dal cuore dell’Alta Valle Isarco, scavando solchi profondi nelle montagne si sviluppano capillarmente vallate molte suggestive. Lontano dal trambusto, l’escursionista può riscoprire un paesaggio tuttora incontaminato nella vicina Val di Fleres. Il ruolo delle miniere, in passato, era di notevole importanza in questa zona. Gli imbocchi delle gallerie si ritrovano tutt’oggi.

Il giacimento minerario di Monteneve è situato in fondo alla Valle di Racines, che si trova nel comune di Ridanna, comunità delle Tre Valli. Le strette gallerie sono fredde e umide. I visitatori possono provare sulla propria pelle il duro lavoro dei minatori che anni fa cercavano di estrarre il prezioso minerale dalla montagna.

A Stanghe si può ammirare una delle più belle e profonde gole formatasi nelle rocce alpine. Lo spettacolo naturale della gola di “Gilfenklamm”, le cascate Gilf, stupisce con le sue pareti di marmo a strapiombo, le vasche profonde e finemente cesellate nella roccia, ma soprattutto colpisce il frastuono dell’acqua che vi scorre. Scrosci e rimbombi. Un velo sottile composto da milioni di goccioline d'acqua si diffonde nell’aria.

Sul lato opposto, si estende la Val di Vizze, facendosi strada in questa regione montagnosa, creatasi nei millenni dai ghiacciai, concludendo e coronando la sua corsa ai piedi del maestoso Gran Pilastro. Le vaste praterie del largo e piatto fondovalle formano un insolito contrasto.

La bellezza incontaminata di questa valle va decisamente scoperta ed esplorata. Percorretela in lungo e in largo alla ricerca di bellezze culturali e naturalistiche e se avete del tempo a disposizione, merita fare una visita al santuario Madonna della Pace nei pressi di Fortezza.

Alla Homepage