I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Trekking alla vetta dell'Ortles

Solda Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Trekking alla vetta dell'Ortles

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    12:30 h
  • Distanza
    20.9km
  • Dislivello
    2210 m
  • Dislivello
    2210 m
  • Altitudine Max
    3894 m
Trekking per la mitica montagna, la più alta vetta dell'Alto Adige

Itinerario


Dalla strada dello Stelvio si passa a Solda – Sulden (1906 m, centro turistico). Si sale sul sentiero 4, dapprima a zigzag per bosco, poi su terreno erboso e morenico, toccando il rifugio Tabaretta (2556 m, ore 2); continuando sul ripido versante roccioso, si raggiunge verso nord la forcella Bärenkopf (2877 m) sulla cresta Tabaretta. Girando verso sud la si risale, superando un’altra forcella (2903 m), fino al rifugio Payer (3020 m; ore 3.30). Dopo il pernottamento si seguono su buon sentiero le macchie verdi di segnalazione su sfasciumi, traversando alla cresta rocciosa ovest della Punta Tabaretta, e scendendo poi ad un’angusta forcella (2980 m, sommità di un gran canalone ghiacciato). Quindi bisogna scalare la successiva parete di roccia solida, a tratti facile, in certi punti verticale e molto esposta, però dotata di catene fisse di assicurazione ed attrezzature. I 50 metri di arrampicata non sono difficili, ma con alcuni passaggi di 2° grado; infine si supera un corto sperone con chiodo fisso. Dopo una crestina quasi pianeggiante ma molto esposta, si raggiunge una spalla all’inizio del ghiacciaio (3100 m circa); si mettono i ramponi, poiché da là in poi il percorso si svolge totalmente sul ghiaccio. Lungo le tracce e la pista per lo più battuta, si avanza traversando sul ripido pendio verso destra alla conca detta «Bärenloch» (buca dell’orso), procedendo poi a destra delle rocce dette «Tschirfeckfelsen » (monte Cief ). Oppure si risale diritti il ghiacciaio là a forte pendenza, raggiungendo direttamente il bivacco fisso Lombardi (3316 m); in ogni caso facendo attenzione al crepaccio lungo il margine delle rocce. Dopo una spalla pianeggiante si continua sulla destra per superare diagonalmente una ripida china, e raggiungere dopo altro tratto erto la piattaforma superiore, e la cresta di neve granulosa (Firn) dietro la quale è ancorata alla roccia la croce di vetta (3905 m; dal rifugio ore 3–4 a seconda delle condizioni). Si torna sulla via dell’andata.

Variante

Itinerario al rifugio Payer da Trafòi: dal paese (1541 m) si passa al santuario Heilige Drei Brunnen (Tre Fontane, 1605 m) e sul sentiero 18 al rifugio Berglhütte (Borletti, 2188 m, ore due scarse). Si continua salendo su terreno sgombro verso nord-est al sentiero 19, e svoltando su quello si raggiunge verso sud la forcella Tabaretta e, come descritto sopra, il rifugio Payer (dal rifugio Berglhütte ore 2.30)

Inizio dell'itinerario

Solda - Sulden

Arrivo dell'itinerario

Solda - Sulden

Specificazione

Ascensione grandiosa, ma riservata ad alpinisti esperti, con buona pratica su roccia e su ghiaccio; richieste ottime condizioni fisiche, poiché si giunge a quasi 4000 metri! in piena estate il rifugio Payer è spesso al completo; bisogna quindi prenotare per tempo un posto per dormire. Intraprendere l’ascensione soltanto con tempo sicuro e buone condizioni.

Parcheggio

Possibiltà di parcheggio a Solda - Sulden

Trasporto pubblico

Servizio pubbllico (Linea 271) da Malles - Mals e Spondigna - Spondinig fino a Solda - Sulden. A Malles si arriva in treno da Merano

Arrivo

Da Merano o Resia proseguire fino a Spondigna - Spondinig, da lì deviare per Prad e proseguire fino a Solda - Sulden

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

 

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Natura

Cultura

Alla Homepage